ARCA

Associazione Ricerche Cardiopatie Aritmiche


Cos'e' ARCA

STATUTO
Art. 1 e Art. 2: La libera Associazione denominata "ARCA Associazione Ricerche Cardiopatie Aritmiche", centro studi per la prevenzione ed eziopatogenesi e terapia farmacologica-elettrica delle aritmie, opera nell'ambito della Regione Veneto. L'Associazione ha per scopo di assecondare l'attivita' e di promuovere lo sviluppo delle conoscenze nel campo delle malattie di cuore ad impronta aritmica, si congenite che acquisite. A tal fine essa, in particolare: a) promuove la raccolta dei mezzi finanziari e provvede all'erogazione degli stessi nelle forme e per gli impieghi che saranno di volta in volta ritenuti opportuni (quali acquisti di strumenti e di materiali scientifici, premi, borse e corsi di studio, etc.); b) organizza convegni scientifici, giornate di studio, corsi di aggiornamento, conferenze, pubblicazioni, corsi di lezioni o manifestazioni scientifiche o didattiche attinenti alla ricerca applicata nel settore delle cardiopatie aritmiche; c) promuove, coordina ed effettua attivita' di ricerca. E' esclusa qualsiasi finalita' di lucro.

NOME
Il nome ARCA, acronimo nato dalle iniziali di Associazione per le Ricerche delle Cardiopatie Aritmiche, deriva dal latino "arcere" (=contenere), e ha molteplici significati: sacri (sepolcro, sarcofago, Arca di Noe' contenitore delle Tavole della Legge) e culturali (arca di scienza e di dottrina).

LOGO
Il logo che accompagna l'acronimo ARCA, il cui uso e' stato cortesemente concesso dal compianto Prof. Lino Rossi, gia' presidente onorario dell'Associazione, rappresenta la radio-onda corrispondente ad un impulso elettromagnetico emesso da una stella pulsar ("radio sorgente pulsante"), simile all'attivita' elettrica atriale e ventricolare registrate all'elettrocardiogramma.

SEDE
L'ARCA e' situata in Padova, via Aristide Gabelli n. 86, a pochi passi dal Policlinico e dagli Istituti Anatomici. Il locale e' costituito da una segreteria con computer, stampante, telefono, fax, archivi e connessione internet, da una sala di lettura, dotata di libri e delle principali riviste scientifiche cardiologiche e da una sala riunioni con sistemi audiovisivi ed elettronici.

ATTIVITA' ACCADEMICA ed EDUCATIVA
L'ARCA e' principalmente finalizzata alla formazione scientifica di giovani laureati, specializzandi, corsisti master e dottorandi in Scienze Cardiovascolari e/o discipline collegate, offrendo loro servizi di supporto per studio e ricerca: aula di studio, seminari didattici, riviste scientifiche, computer per stesura lavori scientifici e archiviazione dati, preparazione materiale didattico e connessione in rete per ricerca bibliografica online. Serve inoltre come punto di incontro per Commissioni di Facolta' e di Ateneo.
L'ARCA e' convenzionata con l'Universita' degli Studi di Padova ed e' sede del Dottorato di Ricerca in Scienze Mediche, Cliniche e Sperimentali, Indirizzo Scienze Cardiovascolari e del Master in Patologia Cardiovascolare.

RICERCA
L'ARCA si pone come struttura di progettazione, coordinamento ed elaborazione culturale di molteplici ricerche, sia di base che finalizzate, a carattere interdisciplinare. I campi precipui di interesse ed indagine sono le malattie cardiache congenite ed acquisite ad impronta aritmica e le loro complicanze, con particolare riferimento alle basi strutturali-molecolari, alle manifestazioni cliniche, alla diagnosi per immagini e alla prevenzione delle complicanze.
E' sede del "Registro Regionale per la Patologia Cardio-cerebro-vascolare" (http://anpat.unipd.it/regven/), diretto dal Professor Gaetano Thiene, con la collaborazione della Professoressa Cristina Basso, che ha tra i principali obiettivi lo studio delle cause della morte improvvisa cardiaca nel giovane e delle basi strutturali e molecolari delle cardiopatie aritmiche eredo-familiari ed acquisite. Strettamente connessa all'attivita' del Registro Regionale, l'Unita Semplice "Cardiomiopatie aritmiche eredo-familiari", istituita nel 2009 dall'Azienda Ospedaliera di Padova, presso la Clinica Cardiologica-Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari, e diretta dal Professor Domenico Corrado, con la collaborazione della Dr.ssa Barbara Bauce. Tale Unita' ha come principale obiettivo lo screening cardiologico e genetico delle cardiomiopatie aritmiche eredo-familiari e dei parenti di soggetti con morte improvvisa.

ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI
L'ARCA cura l'organizzazione di manifestazioni scientifiche atte a divulgare i risultati delle ricerche e a promuovere dibattiti culturali nel campo delle malattie cardiovascolari, anche di carattere storico. In particolare, si assume annualmente l'onere della organizzazione di Simposi sulle Cardiopatie Aritmiche e di vari Corsi di Aggiornamento e Perfezionamento. L’ARCA si propone come strumento di realizzazione di eventi formativi con accreditamento nell’ambito dell’Educazione Continua in Medicina (ECM).

SCAMBI CON L'ESTERO L'ARCA si occupa di procurare risorse per organizzare soggiorni di studio di giovani nei Centri Esteri, con i quali ha scambi culturali per affinita' e progetti comuni di ricerca. Cura l'ospitalita' di studiosi stranieri, invitati a tenere conferenze e a partecipare a convegni scientifici, nonche' per periodi di studio presso l'Universita' di Padova.

RISORSE L'attivita' dell'ARCA esclude qualsiasi finalita' di lucro. L'Associazione trae i mezzi dai contributi dei soci e dalle somme e liberalita' che le pervengono a qualunque titolo da persone, enti privati e pubblici. La Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo sostiene l'attivita' dell'ARCA mediante una convenzione sul progetto di ricerca "Prevenzione della morte improvvisa giovanile".

IL 5 PER MILLE ALL'ARCA Chiunque voglia destinare la propria quota del 5 per mille all'ARCA lo potrà fare, nei prossimi modelli di dichiarazione dei redditi, apponendo la propria firma nel primo riquadro a sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale e indicando il codice fiscale dell'ARCA: 02533500282. (La scelta di destinazione del 5 per mille non è in alternativa a quella dell'8 per mille di cui alla legge n. 222 del 1985).